top of page

Di.Co.Si. ContiamoCi! a sostegno del lavoro


Sindacato medici

1° maggio 2023 - Festa dei Lavoratori


L’articolo 4 della Costituzione recita: “La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società”.

Nel primo comma dell’art. 4 si afferma che il riconoscimento del diritto al lavoro è un dovere non solo formale ma sostanziale dello Stato: quest’ultimo deve attivamente impegnarsi a garantirlo e a promuovere le condizioni per renderlo accessibile. In tal modo, viene data attuazione al progetto costituzionale di eguaglianza sostanziale di tutti i cittadini, contenuto nel comma secondo dell'art. 3 della legge fondamentale della nostra Repubblica.

Tuttavia, con un sistema pensionistico insostenibile, una Scuola e un Servizio Sanitario al collasso, un tasso di disoccupazione totale all'8% (fonte: ISTAT, marzo 2023), un aumento della povertà (nel 2021 sono più di 1,9 milioni le famiglie in povertà assoluta, fonte: ISTAT), senza dimenticare il DL 44/21, colpevole di aver sospeso sanitari e insegnanti, e il DL 127/21, che ha imposto tamponi per accedere ai luoghi di lavoro ai non vaccinati, riteniamo si possa concordare sul fatto che lo Stato non abbia custodito e garantito il diritto al lavoro per i suoi cittadini.

Per questi motivi, Di.Co.Si. ContiamoCi! si schiera dalla parte dei lavoratori e vi invita a iscrivervi per restituire dignità e rispetto al valore sacro del lavoro, riappropriandoci, insieme, di quanto ci spetta di diritto.

Comentarios


Los comentarios se han desactivado.
bottom of page